Val di Fassa Panorama Music, the music festival on the snow


Val di Fassa (Trentino Alto Adige) – Rock ‘n’ roll on the rocks. Ma anche blues, funk, pop e jazz tradizionale, sempre serviti rigorosamente congelati. Letteralmente: i concerti di Val di Fassa Panorama Music si svolgono tutti in alta quota, all’aperto, creando un emozionante connubio tra musica dal vivo, sport invernali e paesaggi dolomitici innevati. La quarta edizione del festival si terrà dal 23 marzo al 7 aprile in Val di Fassa: per il calendario è già primavera, ma lo spirito in alta quota è ancora inverno, permettendo di unire il piacere dell’ascolto della musica a quello delle discese sulle piste da sci ancora perfettamente funzionanti.

Il nuovo programma allinea dieci concerti, tutti gratuiti e sempre con inizio alle ore 12, che si terranno sulle terrazze panoramiche dei rifugi dislocati in punti strategici dei comprensori sciistici della valle: Baita Checco (ski area Catinaccio, Vigo di Fassa ), Chalet Cima Uomo e Baita Paradiso (ski area Alpe Lusia San Pellegrino, Passo San Pellegrino), Chalet Valbona (ski area Alpe Lusia San Pellegrino, Moena), Rifugio Ciampolin (ski area Belvedere, Canazei), Baita Cuz (ski area Buffaure , Pozza di Fassa), Rifugio Des Alpes (ski area Col Rodella, Campitello di Fassa), Rifugio Ciampac (ski area Ciampac, Alba di Canazei), Rifugio Fodom (ski area Passo Pordoi). Tutte le sedi dei concerti sono selezionate per essere raggiunte con gli sci; è possibile raggiungere quasi tutti i rifugi anche a piedi, utilizzando gli impianti di risalita.

Val di Fassa Panorama Music è organizzato dalle Compagnie Funivie della Val di Fassa, in collaborazione con l’Azienda per il Turismo della Val di Fassa.

Val di Fassa Panorama Music 2019 salirà per la prima volta sabato 23 marzo, raggiungendo la Baita Paradiso (ski area Alpe Lusia San Pellegrino, Passo San Pellegrino, Moena). Qui ascolteremo Savana Funk del chitarrista Aldo Betto: funk e blues elettrico e vibrante, abbastanza sporco, con innesti rock ‘n’ roll e sfumature afro. Con il flusso sonoro pieno di mordente, Savana Funk concederà poi il bis, tornando ad esibirsi domenica 24 al Rifugio Ciampolin (ski area Belvedere, Canazei).

Dopo qualche giorno di riposo, le vette della Val di Fassa torneranno a risuonare grazie alle energiche tonalità blues del chitarrista e cantante Dan Martinazzi. Il suo trio “Blues & Roots” avrà inoltre due occasioni per godersi le piste: giovedì 28 marzo al Rifugio Ciampac (Alba di Canazei) e venerdì 29 allo Chalet Valbona (ski area Alpe Lusia San Pellegrino, Moena).

Con la Tiger Dixie Band la musica seguirà nuove coordinate. Il sestetto è specializzato negli stili jazz classici di New Orleans e Chicago: dixieland, ragtime, charleston, con le loro atmosfere tipiche, nonché la garanzia di un repertorio creato e reso immortale da artisti come Louis Armstrong, Jelly Roll Morton, Fats Waller e Bix Beiderbecke. Anche per loro due tappe naturali: sabato 30 marzo quella della Baita Checco (ski area Catinaccio, Vigo di Fassa) e domenica 31 marzo quella della Baita Cuz (ski area Buffaure, Pozza di Fassa).

Leggera e invitante la musica “candy pop rock” dei Five to Ten, trio che ruota attorno alla voce di Silvia De Santis: si ascolterà giovedì 4 aprile allo Chalet Cima Uomo (ski area Alpe Lusia San Pellegrino, Passo San Pellegrino, Moena) e poi ancora venerdì 5 al Rifugio Des Alpes (Col Rodella, Campitello di Fassa).

Due leader che portano con sé la storia del miglior pop, rock e blues nazionale: la batterista Ellade Bandini e il cantante e chitarrista Alan Farrington uniscono le forze per creare un quintetto che trae il proprio repertorio dall’album dei migliori ricordi dei due artisti. Tuffati nel soul, blues, rock, funk e avrai un gran finale di festival: sabato 6 aprile allo Chalet Valbona e poi domenica 7 aprile al Rifugio Fodom (ski area Passo Pordoi).

 

Team CCLC



Devi essere registrato per inviare un commento Entra o registrati